Non vincolare più il mandato del consiglio comunale al luogo di residenza

24.01.2019

Molte persone devono dire addio al loro amato luogo di residenza, in alcuni casi per motivi professionali, ma emotivamente rimangono ancora legate al «loro» comune. Il mandato in municipio non dovrebbe perciò più essere legato in via prioritaria al luogo di residenza. In questo modo, i «politici nostalgici» o gli specialisti esterni con un interesse politico hanno la possibilità di entrare a fare parte dell’esecutivo comunale del comune di loro scelta e non necessariamente del loro comune di residenza. La maggior parte dei candidati esterni è meno parziale e meno influenzata da interessi particolari. Ciò ha un effetto positivo sul lavoro dell'esecutivo. Non sono consentiti i doppi mandati, cioè non è possibile fare parte di due o più municipi diversi. Anche l’appartenenza a un determinato Cantone deve continuare ad esistere (a causa di differenze giuridiche o federali). Inoltre, si dovrebbe puntare a carichi di lavoro piuttosto ridotti nell’ambito del municipio (vale a dire, più che altro lavoro strategico) e, in cambio, i lavori/piani legati a un progetto (parte operativa del consiglio comunale) dovrebbero essere fatturati su base oraria. L'amministrazione dovrebbe occuparsi della guida operativa e il municipio (proprio come un consiglio di amministrazione) dovrebbe essere attivo a livello strategico.
Chi entrerà a fare parte del consiglio comunale? La priorità è data ai candidati che risiedono nel comune (purché dispongano di voti sufficienti). Seguono poi i candidati esterni, che devono ovviamente ricevere il numero di voti necessario: in caso contrario, è necessario un secondo scrutinio. Gli «ostacoli» noti ai sensi del vigente regolamento comunale in materia di incompatibilità (ad es. grado di parentela) dovrebbero continuare a essere applicati. L'obiettivo è quello di trovare candidati capaci, specializzati e motivati.

0Noch keine Kommentare

Il vostro commento
Antwort auf:  Direkt auf das Thema antworten
Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen
 
 

Associazione dei Comuni Svizzeri
Casella postale, Laupenstrasse 35, CH-3001 Berna
031 380 70 00, verband(at)chgemeinden.ch

 
 
 

2016. Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a leggere le «Condizioni generali, Protezione dei dati» prima di continuare con questo sito web.