Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Archivio news

  • Reto Lindegger lascia l’Associazione dei Comuni Svizzeri

    Reto Lindegger, direttore dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS), lascia l’associazione al più tardi per la fine del 2018 per raccogliere una nuova sfida. Nei suoi quattro anni di attività in veste di direttore, Reto Lindegger ha riposizionato l’associazione e l’ha diretta con grande impegno.

  • Sostegno ideale al referendum dei Comuni a livello federale

    Siete membri di un esecutivo comunale e approvate la proposta dell'Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) di istituire un referendum dei Comuni a livello federale?

  • Manno, un esempio virtuoso di sviluppo centripeto

    La riqualifica degli spazi pubblici e la riduzione del traffico veicolare di stazionamento e di transito: il Comune di Manno, 1300 abitanti, ha deciso la rivitalizzazione del nucleo storico.

  • «La densificazione comporta costi aggiuntivi considerevoli»

    Con la rivista legge sulla pianificazione del territorio (LPT), le sfide per i comuni sembrano essere chiaramente aumentate: lo afferma Lukas Bühlmann, direttore dell’Associazione svizzera per la pianificazione del territorio (ASPAN).

  • «Sviluppo centripeto non equivale a densificazione»

    Per alcuni comuni, i presupposti della densificazione rappresentano una sfida. Anita Grams dell’Istituto per lo sviluppo territoriale e paesaggistico dell’ETH di Zurigo ci offre qualche suggerimento.

  • Sviluppo spaziale, tema focale dell'edizione attuale di «Comune Svizzero»

    L’edizione di novembre della rivista «Comune Svizzero» è online. Tema centrale è il Sviluppo spaziale.

  • «in comune»: il futuro è partecipativo

    Motivare i Comuni e sostenere i loro sforzi volti a coinvolgere maggiormente i cittadini nella politica comunale: questo è l’obiettivo del progetto «in comune». Il nome parla da sé: l’intento è di portare avanti il Comune «in comune».

  • Nuove prese di posizione

    L’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) ha espresso le sue posizioni sulla Revisione della legge sulle forze idriche: normativa in materia di canoni per i diritti d’acqua dopo il 2019, sull’Approvazione della Convenzione del Consiglio d’Europa del 3 luglio 2016 su un approccio integrato in materia di sicurezza fisica, sicurezza pubblica e servizi in occasione di incontri calcistici e di altre manifestazioni sportive e sulla Revisione delle prescrizioni concernenti la licenza di condurre.

  • Iniziativa per la bici: l'ACS appoggia il controprogetto diretto del Consiglio federale

    L’ACS è stata sentita a Losanna dalla Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati (CTT-S) in merito all’iniziativa popolare «Per la promozione delle vie ciclabili e dei sentieri e percorsi pedonali (Iniziativa per la bici)». L’ACS si adopera da tempo affinché la Confederazione e i Cantoni tengano maggiormente conto degli sforzi innovativi delle città e dei Comuni volti a promuovere l’integrazione delle diverse forme di mobilità. In tale contesto, giudica opportuno il controprogetto diretto all’iniziativa: la Confederazione si limita all’informazione e ai compiti di coordinamento ed elabora una semplice legislazione di base. L’ACS respinge invece l’iniziativa popolare.

  • Rifiuti biogeni: molto potenziale ancora disponibile

    Quasi tutti i Comuni svizzeri raccolgono separatamente i rifiuti biogeni, di cui solo poco meno della metà giunge negli impianti di compostaggio e di fermentazione. Questi sono i risultati di un’indagine commissionata dall’UFAM.

  • Dialogo culturale nazionale: occorre rafforzare la partecipazione culturale

    Nell’incontro del 6 novembre 2017 il Dialogo culturale nazionale ha discusso l’avanzamento dei lavori secondo il programma stabilito per gli anni 2016–2020 e ha preso atto dei buoni progressi compiuti. I partner verificheranno la possibilità di pubblicare una panoramica comune sulla partecipazione culturale. Nel 2018 è prevista inoltre una rilevazione per la prima statistica nazionale dei monumenti storici.

  • Cure mediche di base: i Comuni, le città e i fornitori di prestazioni chiedono nuovi modelli

    Per far fronte alle numerose sfide nella medicina di base sono necessari una migliore collaborazione e nuovi modelli. La politica deve creare le condizioni quadro e gli incentivi necessari. È quanto chiedono in una risoluzione congiunta l’Associazione dei Comuni Svizzeri, l’Unione delle città svizzere, la Società Svizzera dei Farmacisti pharmaSuisse, Spitex Svizzera, l’Associazione degli istituti sociali e di cura CURAVIVA Svizzera, nonché mfe Medici di famiglia e dell’infanzia Svizzera. Le organizzazioni hanno presentato le loro richieste al Consigliere federale Alain Berset nell’ambito del Forum per la medicina di base.

  • Referendum dei comuni: inter­vento al Consiglio nazionale

    Nella sessione autunnale, il consigliere nazionale Stefan Müller-Altermatt ha presentato l’iniziativa parlamentare «Referendum dei comuni a livello federale». Sul sito web dell’ACS, i consiglieri comunali possono garantire il loro sostegno ideale.

  • e-government, tema focale dell'edizione attuale di «Comune Svizzero»

    L’edizione di ottobre della rivista «Comune Svizzero» è online. Tema centrale è il Governo elettronico.

  • Visita sul posto ai progetti sostenuti dal Programma nazionale di prevenzione e lotta contro la povertà

    Il gruppo del Programma nazionale contro la povertà è lieto di invitarvi a visitare 6 dei 27 progetti che beneficiano di un sostegno finanziario da parte del programma (nonchè il progetto Qualifications +) nel campo delle opportunità educative.

  • Ci vuole un referendum dei Comuni a livello federale

    Limitando la libertà di azione dei Comuni, la Confederazione e i Cantoni scuotono le fondamenta del sistema di milizia svizzero. È ora di agire: ci vuole un referendum dei Comuni a livello federale. Un appello di Reto Lindegger, direttore dell'Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) e di Andreas Müller, responsabile del progetto Milizia.

  • L’Associazione dei Comuni progetta l’«Anno dell’operato di milizia»

    Per l’ACS, il mantenimento del sistema di milizia riveste la massima priorità, ed essa ne rafforza la sopravvivenza e l’ulteriore sviluppo mediante misure mirate. Per il 2019, perciò, l’ACS ha in progetto l’«Anno dell’operato di milizia», che l’associazione non sosterrà unicamente con attività proprie, ma che strutturerà in collaborazione con partner dell’economia, della società e della ricerca.

  • Un evviva per l’impegno nella politica comunale

    Non sempre le cittadine e i cittadini accettano di prestare un servizio di volontariato alla comunità, e l’occupazione delle cariche di milizia si rivela spesso difficile. Quali riforme sono in discussione, quali sono i loro effetti collaterali? «Comune Svizzero» approfondisce la questione.

  • L'ACS nel gruppo di lavoro sul futuro della rete degli uffici postali

    La Presidente della Confederazione Doris Leuthard ha istituito un gruppo di lavoro che seguirà le discussioni sull'accesso al servizio universale in ambito postale. Come ha comunicato il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni, si tratta in particolare di coinvolgere maggiormente la popolazione, le autorità e il mondo economico nel processo di ristrutturazione della rete di uffici postali e di considerare meglio le loro esigenze al riguardo. Al gruppo di lavoro partecipano anche due rappresentanti dell'ACS: Gustave Muheim, vicepresidente dell'ACS e sindaco di Belmont-sur-Lausanne e Reto Lindegger, direttore dell'ACS.

  • L’avamprogetto per la seconda revisione della Legge sulla pianificazione del territorio non è giunto a maturazione

    L’ACS è critica nei confronti della seconda tappa della revisione della Legge sulla pianificazione del territorio (LPT2). Il progetto deve essere ancora analizzato e le tempistiche adeguate. L’ACS sosterrà la LPT2 solo se porterà a un effettivo miglioramento.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen