Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Archivio news

  • Seconda Giornata svizzera della lettura ad alta voce

    Il 22 maggio 2019 avrà luogo la seconda Giornata svizzera della lettura ad alta voce. Il nostro Paese sarà attraversato per un giorno da un variopinto caleidoscopio di attività di lettura organizzate da scuole, enti pubblici e privati. Leggere ad alta voce è divertente, crea empatia e agevola lo sviluppo cognitivo dei giovani. Gli interessati possono registrare i propri eventi di lettura all' indirizzo www.giornatadellalettura.ch. La giornata nazionale è un’iniziativa dell’Istituto svizzero Media e Ragazzi ISMR in collaborazione con «20 minuti». L'ACS è partner di rete della Giornata svizzera della lettura ad alta voce.

  • Fattura per il canone radiotelevisivo: misure per sgravare i Comuni

    Il nuovo canone radiotelevisivo è stato introdotto il 1° gennaio 2019. Nelle prime tre settimane di quest'anno il nuovo organo di riscossione Serafe ha inviato 3,6 milioni di fatture alle economie domestiche svizzere. L'introduzione del nuovo canone ha suscitato diverse domande che non sempre sono state rivolte ai giusti interlocutori. Gli uffici del controllo abitanti dei Comuni sono stati interpellati su questioni per cui non sono responsabili. Il 22 gennaio l'UFCOM, Serafe, l'Associazione svizzera dei servizi agli abitanti e rappresentanti dei Comuni e Cantoni hanno tirato un primo bilancio ed elaborato delle misure per sgravare gli uffici del controllo abitanti. È stato deciso che d'ora in poi Serafe sarà l'interlocutore per tutte le questioni riguardanti la fattura per il canone radiotelevisivo.

  • Invio delle fatture da parte di Serafe: I servizi agli abitanti si difendono

    Da inizio gennaio 2019 Serafe AG, la nuova agenzia responsabile della riscossione dei canoni radiotelevisivi, ha iniziato ad inviare le fatture. In queste fatture si precisa che, in caso di errori, i cittadini devono contattare direttamente l'ufficio controllo abitanti del Comune di residenza. Questo porta inevitabilmente a numerose richieste indirizzate ai servizi comunali. Nel corso di una riunione, avvenuta il 16 gennaio 2019, il comitato dell'Associazione svizzera dei servizi agli abitanti (ASSA) ha incontrato i rappresentanti dell’UFCOM e di Serafe AG. L’ASSA ha manifestato il suo malcontento, anche dovuta al fatto di non essere stata interpellata nel processo, ed ha evidenziato diversi problemi.

  • No alla dannosa iniziativa contro la dispersione degli insediamenti

    L’Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti, in votazione il 10 febbraio 2019, è un’inutile ingerenza nel margine d’intervento dei comuni in materia di pianificazione territoriale. Quest’iniziativa non è nociva solo per i comuni, bensì anche per la popolazione e per l’economia. L’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) respinge chiaramente l'iniziativa contro la dispersione degli insediamenti.

  • Niente oneri supplementari per le biblioteche comunali

    Nell'ambito della procedura di consultazione concernente la modifica della legge federale sul diritto d'autore, l'ACS si era espressa contro l’introduzione di una tantième per le biblioteche. Nel corso degli ulteriori lavori di revisione, tale tassa non è più stata oggetto di discussione. Con la decisione del 10 dicembre 2018, la Commissione arbitrale federale ha modificato la prassi attuale sulla base del diritto vigente e ha introdotto un tale prelievo per così dire «dalla porta di servizio», nota bene durante il processo legislativo in corso. L’ACS si oppone categoricamente all’introduzione di un ulteriore contributo finanziario per i diritti d’autore nell’ambito del prestito gratuito, che grava ulteriormente sulle biblioteche comunali.

  • Posto vacante presso l’ACS: Responsabile amministrazione e contabilità (50-80%)

    Per completare il nostro team cerchiamo una/un responsabile amministrazione e contabilità (50-80%) per il nostro segretariato generale a Berna a partire dal 1° marzo 2019 (o data da convenire).

  • La salute è una questione che riguarda anche città e comuni

    Città e comuni possono creare un ambiente che incentivi il movimento, promuova uno stile di vita sano e offra occasioni di riposo. Così facendo, rafforzano a livello locale il benessere psichico e fisico dei loro abitanti. In occasione della 20a Conferenza nazionale sulla promozione della salute, tenutasi a Berna, è stato illustrato il modo in cui creare spazi di vita sani. L'ACS era partner della conferenza.

  • Donazione natalizia 2018 dell’ACS

    Anche quest’anno l’ACS rinuncerà a inviare gli auguri di buon Natale in forma cartacea. L’ACS sosterrà invece con una donazione un progetto dell’Aiuto Svizzero alla Montagna. Per combattere il crescente fenomeno della chiusura dei piccoli negozi, due giovani imprenditori saranno aiutati nell’apertura di uno snack bar nel Comune di Doppleschwand nell’Entlebuch lucernese. Con l’apertura di questo locale i due imprenditori potrebbero creare un ulteriore luogo d’incontro e di lavoro nel paesino.

  • Il sistema di milizia ha bisogno di un vasto dibattito sulle riforme

    Con il sistema di milizia, la Svizzera vanterebbe un’istituzione unica nel suo genere, non solo per rimarcare l’identità tra cittadini e stato, ma anche per rafforzare la capacità di compromesso e di consenso e per snellire la burocrazia.

  • Un grande grazie!

    Chi sono le persone che sono a capo del lavoro di milizia di oltre 2000 comuni svizzeri? «Comune Svizzero» dà loro un volto. La serie di ritratti pubblicati fa parte dei contributi con i quali la rivista dell’Associazione accompagnerà il tema principale dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) nel 2019. Vi rivolgiamo un sentito grazie mille a tutti coloro che si sono impegnati!

  • Impegno a favore dei comuni svizzeri

    Migliore raggiungibilità degli uffici postali, inasprimento della clausola sulla considerazione dei comuni nel Progetto fiscale 17, impulsi per la partecipazione nei comuni, un portale del lavoro per la mano pubblica: nel 2018 l'ACS ha conseguito diversi successi per il livello comunale.

  • L'ACS approva misure contro prezzi troppo elevati

    L'ACS ha preso posizione in merito al controprogetto indiretto del Consiglio federale all'iniziativa popolare «Stop all'isola dei prezzi elevati – per prezzi equi (Iniziativa per prezzi equi)». Il fatto che la Svizzera sia l'isola dei costi elevati è un problema per l'economia del nostro Paese. Un problema che tocca anche il livello comunale. L'ACS accoglie con favore gli sforzi del Consiglio federale nonché degli inizianti volti a combattere questa ingiustizia nell'ambito della revisione della legge sui cartelli. Tuttavia, l'ACS lascia aperta la questione se quanto chiesto dall'«Iniziativa per prezzi equi» o se i contenuti del controprogetto indiretto siano l'approccio giusto.

  • Sì alla nuova legge sull’eID

    L’ACS appoggia la nuova legge sull’eID e auspica una messa in vigore possibilmente rapida.

  • Nuove prese di posizione

    L’ACS ha preso posizione sull’adeguamento della parte propria alla distribuzione secondo l’articolo 38 dell’Ordinanza sulle prestazioni (OPre) e sulla revisione parziale della Legge federale sull'assicurazione malattie concernente il 1° pacchetto di misure di contenimento dei costi.

  • «Comune Svizzero» ora con doppio numero gennaio/febbraio

    Dal 2019 la rivista «Comune Svizzero» sarà pubblicata dieci volte all'anno invece di undici. Come è già il caso per luglio/agosto, ci sarà un doppio numero anche per gennaio/febbraio.

  • Programma nazionale contro la povertà: l'ACS trae un bilancio

    L'ACS ha fornito il suo contributo al Programma nazionale contro la povertà con pubblicazioni e seminari regionali dedicati al sostegno alla prima infanzia. I riscontri dai comuni sono positivi.

  • L’Associazione dei Comuni Svizzeri respinge la dannosa Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti

    L’Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti, in votazione il 10 febbraio 2019, è un’inutile e statalistica ingerenza nel margine d’intervento dei comuni in materia di pianificazione territoriale. Oltre ad essere nociva per i comuni, lo è anche per la popolazione e l’economia. Il Comitato dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) raccomanda pertanto di respingerla.

  • Migliore raggiungibilità degli uffici postali / Agenzie postali nelle farmacie

    Il Consiglio federale ha approvato la revisione parziale dell'ordinanza sulle poste. Le modifiche sono in linea con le raccomandazioni del gruppo di lavoro istituito dalla consigliera federale Doris Leuthard, nel quale è rappresentata anche l'ACS. Le nuove disposizioni entrano in vigore il 1° gennaio.Nello sviluppo della rete postale, la Posta Svizzera punta sempre più sulla collaborazione con farmacie quali filiali partner. L'ACS approva la possibilità di integrare agenzie postali nelle farmacie.

  • Il Premio Democrazia 2018 va alla Landsgemeinde Kloten

    L'associazione Landsgemeinde Kloten riceve il Premio Democrazia 2018 della Nuova Società Elvetica (NSE) per il suo esemplare «Laboratorio di democrazia». Il premio, del valore di 10’000 franchi, sarà consegnato il 15 giugno 2019 in occasione della prossima Landsgemeinde a Kloten.

  • Incorporare gli standard eCH nei bandi informatici

    La trasformazione digitale dell’amministrazione implica una maggiore interconnessione di processi e dati che vada oltre i limiti organizzativi. È quindi sempre più importante il significato della standardizzazione. L’associazione eCH definisce importanti standard nell’ambito dell’eGovernment che riducono i costi e facilitano la collaborazione e la condivisione di dati. Per quanto riguarda gli appalti informatici, l’associazione eCH consiglia ai comuni di elencare gli standard eCH, rilevanti nel caso concreto, come specifica tecnica nei documenti di appalto.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen