Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Archivio news

  • Ecco come i comuni attirano i giovani e i nuovi residenti

    Cosa fanno i comuni svizzeri per arrestare l’esodo e attirare nuovi abitanti? La rivista «Comune Svizzero» lo ha chiesto ai 2212 comuni elvetici e ha ricevuto risposte molto interessanti.

  • Un villaggio in trasformazione verso un albergo diffuso

    Visto che gli abitanti abbandonano il comune più piccolo della Svizzera, Corippo è costretto a trovare una soluzione. Nel piccolissimo villaggio della Valle Verzasca si vuole aprire un albergo diffuso per riportare la vita nelle case di pietra.

  • C’è fermento nelle «mete calde» della Svizzera

    Lucerna e Interlaken vogliono dare un giro di vite ad Airbnb, per il lago di Cauma nei Grigioni si parla di contingenti per i turisti: il turismo eccessivo diventa un tema di dibattito in Svizzera.

  • Nuovo opuscolo «Il vostro Comune, la vostra casa»

    Un mandato di milizia è una grande sfida. Ma chi entra nella politica comunale si accorge rapidamente di quanto questa attività sia altrettanto gratificante. Lo dimostrano i diversi ritratti presentati nel nuovo opuscolo pubblicato dall’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) nell’ambito dell’«Anno del lavoro di milizia».

  • Una festa con una forza simbolica

    La festa del 1° agosto di quest’anno sul Grütli è stata impressionante: vi hanno partecipato oltre 2000 persone che esercitano una funzione di milizia in seno ai vigili del fuoco e alle autorità comunali, formando così una specie di «Landsgemeinde dei titolari di una carica di milizia».

  • L’ACS è alla ricerca di una/uno stagista

    Per completare il nostro team a Berna, stiamo cercando una/uno stagista a partire dal 1° ottobre 2019 o per data da convenire. I temi principali dello stage sono partecipazione e monitoraggio politico.

  • La prossima fiera Suisse Public avrà luogo dal 9 al 12 giugno 2020

    La fiera Suisse Public a Berna è il più importante incontro nazionale del settore pubblico. Nell’arco di quattro giorni, circa 20’000 esperti e responsabili degli acquisti si incontrano presso la sede di Bernexpo. Dal 9 al 12 giugno 2020, Suisse Public si concentrerà in particolare su temi quali la digitalizzazione dei comuni, l’uso della tecnologia dei droni nell’interesse pubblico, i cambiamenti climatici e la mobilità elettrica. Vale la pena segnare la data in agenda, perché Suisse Public riunisce tutti i principali produttori e fornitori di servizi in un unico luogo, offrendo così una panoramica unica del settore.

  • Focus sulla partecipazione degli stranieri su in-comune.ch

    Nelle prossime settimane, il sito partecipativo dell’ACS «in comune» esaminerà il tema della partecipazione degli stranieri da diverse prospettive. Con l’aiuto di vari esempi saranno mostrate le possibilità di cui gli stranieri dispongono già oggi per impegnarsi per e nella società e per parteciparvi attivamente, indipendentemente dalla concessione dei diritti politici. «in comune» è un progetto comune della Commissione federale della migrazione e dell’ACS.

  • «Non possiamo cambiare tutto, ma possiamo sempre avanzare»

    Anna Celio Cattaneo è sindaca del Comune di Monteceneri, manager dello Splash & Spa Tamaro e mamma di tre figlie. L’energetica ingegnere alimentare desidererebbe che i ticinesi fossero più aperti ai cambiamenti.

  • Pianificazione coordinata per il bacino idrico svizzero

    Le risorse idriche si estendono spesso sul territorio di molti comuni e non rispettano i parametri amministrativi. La pianificazione oltre i confini comunali è anche un elemento chiave per la sicurezza di approvvigionamento futuro.

  • Ampio sostegno sul Grütli al lavoro di milizia

    Quest'anno i festeggiamenti del 1° agosto nel sito storico hanno veicolato una forte carica simbolica: oltre 2000 persone che esercitano una funzione di milizia presso i vigili del fuoco e le autorità comunali hanno partecipato a quello che è finora il maggior evento dell'«Anno del lavoro di milizia», formando così una specie di «Landsgemeinde dei titolari di una carica di milizia». Il consigliere agli Stati Hannes Germann, presidente dell'Associazione dei Comuni Svizzeri, ha spiegato perché in Svizzera il lavoro di milizia è irrinunciabile.

  • Libretto per bambini: sarà stampata una seconda edizione

    Il libretto per bambini «Il mio Comune, la mia casa», pubblicato dall’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) nell'ambito dell'«Anno del lavoro di milizia», ha riscontrato un grande successo: le versioni in tedesco e in italiano sono state esaurite circa tre settimane dopo la pubblicazione. Per soddisfare la forte domanda l'ACS ha deciso di farne stampare una seconda edizione, che sarà disponibile verso metà agosto.

  • Soppressione del valore locativo: solo se neutrale per il bilancio

    L'ACS si è pronunciata in merito all'iniziativa parlamentare 17.400 «Cambio di sistema nell'ambito dell'imposizione della proprietà abitativa» della Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati. Nella sua presa di posizione l'ACS si concentra su punto centrale di valenza globale, senza esprimersi per ora sui singoli dettagli delle cinque varianti presentate nell'avamprogetto. L'ACS potrà appoggiare la riforma in esame unicamente se verrà conseguito l'obiettivo di un'attuazione neutrale per il bilancio.

  • Cargo Sous Terrain: con riferimento alla procedura di partecipazione

    L'ACS è in linea di massima favorevole al progetto «Cargo Sous Terrain». Nella sua presa di posizione si esprime in modo positivo sull'approvazione dei piani per il progetto transcantonale da parte della Confederazione. Tuttavia la legge deve fare espressamente riferimento sia alla procedura di partecipazione ordinaria dei cantoni e dei comuni, sia ai diritti di ricorso istituzionalmente garantiti.

  • Programma Traffico d'agglomerato: tassativo un coordinamento con le pianificazioni nazionali

    Nella sua presa di posizione sull'ordinanza concernente il programma Traffico d'agglomerato l'ACS rileva che il coordinamento delle infrastrutture di trasporto e la coerenza di contenuti sono di responsabilità della Confederazione. Inoltre, la Confederazione deve elaborare una direttiva tecnica sulla formulazione corretta dei programmi d'agglomerato.

  • Rifiuti industriali: le associazioni comunali chiedono una soluzione meno burocratica

    I criteri sulle competenze in materia di rifiuti combustibili aziendali validi da gennaio 2019 non funzionano e accrescono sensibilmente la burocrazia per le città e i comuni. Nell'ambito della procedura di consultazione sulla revisione dell'ordinanza federale sui rifiuti, l'ACS, l'Unione delle città svizzere e l'Associazione svizzera Infrastrutture comunali propongono un approccio pragmatico che va incontro alle esigenze sia delle grandi aziende che degli enti pubblici.

  • Costruzione di rifugi: contro la disparità di trattamento a scapito dei Comuni

    Nella sua presa di posizione in merito alla revisione totale dell’Ordinanza sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile, l’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) chiede ora anche l’introduzione di una tassa d'esenzione per il rinnovo dei rifugi pubblici e privati.

  • Il Consiglio federale respinge il postulato «Misure per dare un futuro al sistema di milizia»

    Il Consiglio federale si rallegra del fatto che nel 2019 l’ACS rivolga particolare attenzione al lavoro di milizia. È ciò che emerge dalla risposta al postulato «Misure per dare un futuro al sistema di milizia» della Consigliera nazionale Nadine Masshardt (PS/BE). Il Consiglio federale propone tuttavia di respingere il postulato perché ritiene che i cantoni e i comuni siano «meglio in grado di trovare misure appropriate per assicurare il futuro del sistema politico di milizia a livello comunale».

  • Un piano per un percorso più sicuro per andare a scuola

    Ispirandosi ai piani di mobilità scolastica britannica «School Travel Plans», i piani di mobilità scolastica sono stati sviluppati dall’ATA nella Svizzera romanda, nella Svizzera tedesca e in Ticino.

  • «Azione 72 ore» – sostegno da parte dei comuni

    L’«Azione 72 ore» della Federazione Svizzera delle Associazioni Giovanili si svolgerà per la quarta volta dal 16 al 19 gennaio 2020. 20’000 bambini e giovani realizzeranno i propri progetti caritatevoli e sostenibili in sole 72 ore con i loro gruppi (ad es. scout, attività socioeducative aperte, associazioni giovanili, associazioni musicali, ecc.) – per la prima volta in inverno e per la prima volta nell’ambito dell’Agenda 2030. Anche nel vostro comune possono nascere dei progetti entusiasmanti.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen