Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Archivio news

  • «ePubblicazione» dà il via a una fase pilota

    Dal 26 agosto, in occasione di una prima fase pilota, i comuni zurighesi potranno pubblicare i loro avvisi ufficiali su epubblicazione.ch. L’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) è sponsor a livello nazionale di «ePubblicazione»: in un secondo tempo tutti i comuni svizzeri potranno servirsi di questo canale digitale.

  • Estensione della sovvenzione indiretta per la stampa nell’ambito della distribuzione su vasta scala

    In occasione della seduta del 24/25 agosto 2020, la Commissione dei trasporti e delle comunicazioni (CTT) del Consiglio nazionale si occuperà, tra le varie cose, di una revisione della legge sulle poste per aumentare ed estendere la sovvenzione indiretta alla stampa. L’ACS sostiene l’orientamento di base della revisione della legge. Tuttavia, in una lettera, essa richiama l’attenzione dei membri della commissione su una lacuna dell’attuale disegno di legge: non si prende in considerazione la distribuzione su vasta scala che garantisce la consegna capillare, la varietà e la disponibilità di giornali e riviste in tutta la Svizzera.

  • L’ACS accoglie con favore le misure contro i prezzi troppo elevati

    La settimana scorsa, la commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati ha condotto un’audizione con esperti appartenenti al mondo scientific riguardo all’iniziativa popolare federale «Stop all’isola dei prezzi elevati – per prezzi equi (Iniziativa per prezzi equi)» e la controproposta indiretta del Consiglio federale. L’ACS già ha preso posizione in precedenza sulla controproposta indiretta e, in linea di principio, accoglie con favore le misure contro i prezzi d'importazione eccessivamente elevati.

  • Nuova presa di posizione

    L’ACS ha preso posizione sul Pachetto d’ordinanze in materie ambientale, primavera 2021.

  • I nuovi valori limite mettono in difficoltà molti Comuni

    Che cosa fare se le fonti idriche dei Comuni sono contaminate da clorotalonil e anche quelle dei vicini? E come comportarsi se anche il nuovo filtro a carbone attivo si rivela inutile? «Comune Svizzero» ha fatto un controllo a Faoug (VD) e a Cully (VD).

  • «Si deve prevedere un rincaro significativo»

    Acqua potabile, acque di balneazione, zone di protezione, settori di alimentazione, metodi di filtraggio: panoramica delle risposte alle domande più impellenti sul clorotalonil dei due uffici federali competenti.

  • «La Confederazione dovrebbe partecipare ai costi»

    In qualità di autorità competente, la Confederazione ha decretato valori limite inferiori per il clorotalonil. I Comuni non vogliono sostenere, o perlomeno non da soli, i costi che ne derivano, come mostra il sondaggio di «Comune Svizzero».

  • Quattro domande per i neoeletti

    Da metà giugno, sei nuovi sindaci/sindache fanno parte del Comitato dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS). Per iniziare, «Comune Svizzero» ha posto loro alcune domande – sulla crisi del Coronavirus, sulle sfide future, sul «fascino di essere sindaco/sindaca» e sulle particolarità del loro comune.

  • Sondaggio sul sito in-comune.ch

    Con il progetto «in comune» l’ACS promuove la partecipazione politica e sociale a livello comunale. Il sito www.in-comune.ch costituisce un pilastro importante del progetto. Con l’obiettivo di migliorare il sito, l’ACS ha lanciato un sondaggio. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.

  • Nuove prese di posizione

    L’Associazione dei Comuni Svizzeri ha preso posizione sulla Legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di COVID-19 (in tedesco), sulla legge federale urgente sul sostegno ai trasporti pubblici nella crisi da COVID-19 (in francese) e sulla revisione della Legge sull’energia (misure di promozione a partire dal 2023; in francese).

  • esseremobile.ch: nuova piattaforma sul tema della «Mobilità degli anziani»

    Come possono i Comuni e le Città realizzare le condizioni-quadro ottimali per una mobilità indipendente fino a un’età avanzata? Che si tratti della sistemazione dello spazio pubblico, dello sviluppo di offerte specifiche o dello spazio abitativo e dell’ambiente circostante, la piattaforma nazionale esseremobile.ch mette al centro le esigenze di mobilità delle fasce di popolazione della terza età. La mobilità contribuisce infatti a restare indipendenti. Richiede però anche che agiamo insieme e sviluppiamo nuove soluzioni.

  • Un’Assemblea generale particolare: silenziosa, ma con una partecipazione record

    A causa della pandemia, la 67a Assemblea generale dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) è avvenuta in forma scritta. L’affluenza è stata del 23 per cento. I delegati hanno eletto sei nuovi membri di Comitato, in carica dall’11 giugno 2020, e hanno approvato tutti gli altri affari in aggiunta alle modifiche statutarie.

  • Progetto di prevenzione «Covid-Estate 2020» della Società Svizzera di Salvataggio

    Nel 2019, la Società Svizzera di Salvataggio (SSS) e l’Ufficio prevenzione infortuni hanno recensito 49 vittime di annegamento in Svizzera, un numero superiore alla media a lungo termine. La SSS è in massima allerta visto che quest’estate, a causa del coronavirus, i laghi e i corsi d’acqua saranno più frequentati del solito. Per questo ha adottato, in collaborazione con i suoi partner, una serie di misure speciali soprattutto nell’ambito della prevenzione.

  • Inoltrata un'interpellanza: le usanze commerciali di Serafe richiedono chiarimenti

    Dall'inizio del 2019 la Confederazione ha affidato la riscossione del canone radiotelevisivo alla Serafe AG. Dal primo invio delle fatture la ditta ha ripetutamente suscitato aspre critiche. E la Serafe addossa sempre la colpa ad altri, in particolare ai comuni che insieme ai cantoni, a norma del diritto vigente, sono responsabili della trasmissione dei dati all'organo di riscossione. L'ACS ha ora deciso di intervenire.

  • Anche la Confederazione deve fare la sua parte

    La crisi da coronavirus comporterà una forte crescita dei costi dell’aiuto sociale. È una sfida ingente per i comuni. L’ACS chiede una sostanziale partecipazione della Confederazione.

  • Progetto di prevenzione «Covid-Estate 2020» della Società Svizzera di Salvataggio

    Nel 2019, la Società Svizzera di Salvataggio (SSS) e l’Ufficio prevenzione infortuni hanno recensito 49 vittime di annegamento in Svizzera, un numero superiore alla media a lungo termine. La SSS è in massima allerta visto che quest’estate, a causa del coronavirus, i laghi e i corsi d’acqua saranno più frequentati del solito. Per questo ha adottato, in collaborazione con i suoi partner, una serie di misure speciali soprattutto nell’ambito della prevenzione.

  • Un fiume si trasforma in un progetto sociale

    L’esondazione della Sorne del 2007 ha causato a Delémont (JU) danni dell’ordine di milioni. Da allora, la città ha adottato numerose misure preventive. «Delémont Marée Basse» è stato anche un progetto sociale.

  • Presentato un postulato: una carica di milizia deve essere accreditato a titolo di formazione/formazione continua

    La Consigliera nazionale Priska Seiler Graf (PS/ZH), membro del Comitato dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS), ha presentato nell’attuale sessione estiva un postulato volto a potenziare il sistema di milizia. Di conseguenza, il Consiglio federale è incaricato di esaminare, assieme alla Conferenza universitaria svizzera, alle università e all’ACS, in che modo i membri dell’esecutivo comunale possano farsi accreditare le competenze acquisite durante la loro carica a titolo di formazione/formazione continua in campo universitario (CAS, DAS, MAS, p. es. nel campo della pubblica amministrazione; MBA, EMBA).

  • Indennità per lavoro ridotto: una mozione chiede l’applicazione unitaria per comuni e imprese a partecipazione comunale

    Nel corso della crisi dovuta al coronavirus, il numero di domande di lavoro ridotto è aumentato moltissimo in marzo e aprile. La Confederazione ha ricevuto richieste per 1,9 milioni di dipendenti. È sorta confusione circa il fatto se anche le aziende comunali abbiano diritto al lavoro ridotto.

  • COVID-19: piano di protezione quadro per le manifestazioni pubbliche

    Il 6 giugno 2020 si è svolta la terza tappa di allentamento dei provvedimenti durante l’epidemia di COVID-19. L’allentamento del divieto di assembramento nello spazio pubblico è accompagnato dall’attuazione delle regole di igiene e di comportamento e dalla ricostruzione dei contatti stretti (tracciamento dei contatti). È consentito lo svolgimento di manifestazioni pubbliche fino a un numero massimo di 300 persone contemporaneamente. L’Ufficio federale della sanità pubblica ha elaborato un piano di protezione quadro.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen