Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Archivio news

  • «Tutti possono fare qualcosa per il sistema di milizia»

    Il 24 maggio 2019, in occasione dell’Assemblea generale dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) tenutasi a Bellinzona, il Consigliere federale Ignazio Cassis ha sottolineato l’importanza del sistema di milizia e di comuni forti per la Svizzera. I delegati hanno eletto Carmelia Maissen, sindaco di Ilanz, come membro del Comitato e hanno approvato un aumento del 20% delle quote associative.

  • Preparare il sistema di milizia al futuro

    Tramite il concorso di idee «Sistema di milizia adatto al futuro 2030», lo studio e il catalogo di misure «PROMO 35 - impegno politico dei giovani adulti nell’esecutivo comunale» nonché diverse manifestazioni sono già stati forniti alcuni impulsi per rafforzare e sviluppare ulteriormente il sistema di milizia durante l’«Anno del lavoro di milizia» dell’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS). A questi va aggiunto il seminario sul «Sistema di milizia adatto al futuro» organizzato il 23 maggio 2019 a Bellinzona.

  • L’Associazione dei Comuni Svizzeri promuove l’educazione civica

    Il libricino «Il mio Comune, la mia casa», pubblicato dall’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS), avvicina gli allievi e le allieve ai compiti comunali e al sistema di milizia. Anche gli adulti possono rinfrescare le loro conoscenze.

  • Nuovi fatti sul lavoro di milizia

    Il nuovo libro (in tedesco) «Il lavoro di milizia in Svizzera» fornisce importanti informazioni sulle condizioni quadro degli incarichi di milizia dal punto di vista delle persone coinvolte negli esecutivi, nei legislativi e nelle commissioni locali. L’ACS ha seguito la produzione del libro in quanto partner di progetto. Esso porta non solo ai ricercatori, ma anche alle persone che svolgono una carica di milizia e ai comuni molti nuovi fatti, dati e raccomandazioni – si tratta di una pubblicazione di successo nel quadro del «Anno del lavoro di milizia».

  • Uno sguardo affascinante sulla storia dell’ACS

    L’ACS è stata fondata nell’autunno 1953. La cronaca ultimata recentemente ne illustra la storia. Ed è anche una reminiscenza delle persone che hanno forgiato l’ACS.

  • «Il Canton Ticino non è ancora pronto per un sindaco al 100%»

    Mario Branda, si dedica a tempo pieno alla città di Bellinzona di 45 000 abitanti, ma il suo incarico viene considerato solo a tempo parziale. Nell’opinione pubblica il sindaco deve essere una persona che ha una propria professione.

  • «Il grande vantaggio è che non perdiamo di vista la realtà»

    Con l’arrivo di Alptransit, per molti viaggiatori il comune di Faido non «esiste» più. Fabrizio Viscontini, responsabile della Promozione turistica e culturale del territorio nel municipio, si impegna per migliorare la qualità di vita nella regione.

  • Cademario scrive la storia con la revoca del municipio

    Una prima ticinese: dopo la revoca di un esecutivo i cittadini eleggono un nuovo municipio e un nuovo sindaco. Pur trattandosi di una misura straordinaria, permetterebbe di sbloccare situazioni difficili e insanabili a livello comunale.

  • L'ACS appoggia il voto elettronico e sollecita la massima sicurezza possibile

    L'ACS ha preso posizione sulla modifica della Legge federale sui diritti politici (LDP) in materia di voto elettronico. L'ACS appoggia le proposte del Consiglio federale. Giudica il progetto di legge valido soprattutto perché lascia ai cantoni – e pertanto anche ai comuni – un margine di manovra sufficiente nel decidere se e quando adottare il voto elettronico. L'ACS chiede che si fissino criteri di sicurezza il più restrittivi possibile, poiché solo in questo modo sarà possibile creare la fiducia necessaria. Esige inoltre che i cantoni coinvolgano i comuni nell'attuazione del voto elettronico.

  • Chiesta una valutazione delle ripercussioni negative della legge sulle abitazioni secondarie

    Il consigliere nazionale Martin Candinas (PDC/GR) ha depositato una mozione sull'attenuazione delle ripercussioni negative dell'iniziativa sulle abitazioni secondarie. La mozione incarica il Consiglio federale di valutare le ripercussioni negative della Legge federale sulle abitazioni secondarie per le regioni interessate.

  • Una nuova guida mostra come sviluppare con successo modelli di cure integrate

    Modelli di cure coordinate a livello locale e regionale così come una collaborazione interprofessionale consentono di migliorare l’assistenza alle persone che richiedono un’attenzione particolare durante l’intero percorso terapeutico. Una nuova guida fornisce soluzioni che mostrano come i modelli di cure integrate possono avere successo nella pratica.

  • Energia solare e cultura della costruzione

    L’opuscolo «Cultura solare» pubblicato dall’Ufficio federale della cultura illustra come i Comuni possono conciliare l’uso dell’energia solare con una cultura della costruzione di qualità. Una strategia solare comunale fissa priorità diverse per i vari territori di un Comune. L’energia solare andrebbe prodotta principalmente laddove il potenziale è maggiore e più facilmente sfruttabile. La pubblicazione è inviata ai Comuni, ma è disponibile anche in formato PDF.

  • Bando di concorso Progetti modello Sviluppo sostenibile del territorio 2020-2024

    La Confederazione lancia una quarta fase del Programma Progetti modello Sviluppo sostenibile del territorio 2020-2024.

  • Bando di concorso «Comuni MOMOSO»

    I Comuni giocano un ruolo centrale nella promozione di una mobilità efficiente dal punto di vista energetico e rispettosa dell’ambiente. Nell’ambito di «Comuni MOMOSO» (Modelli di mobilità sostenibile nei Comuni) saranno sviluppati e sperimentati, con il sostegno di SvizzeraEnergia, approcci innovativi per una mobilità intracomunale sostenibile.

  • Seminario estivo sul futuro del sistema di milizia e 66a Assemblea generale dell’ACS a Bellinzona

    Nell’ambito dell’«Anno del lavoro di milizia», l’Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) organizza un seminario estivo sul futuro del sistema di milizia. Il seminario si terrà il 23 maggio 2019 a Bellinzona. L’indomani, nella stessa sede si terrà l’Assemblea generale dell’ACS. Ospite d’onore e oratore principale sarà il consigliere federale Ignazio Cassis. Siamo lieti di darvi il benvenuto al seminario estivo e/o all’Assemblea generale a Bellinzona!

  • Impulsi nuovi e idee per riformare il sistema di milizia

    Il concorso di idee «Sistema di milizia adatto al futuro 2030» lo ha evidenziato: per rafforzare la politica di milizia non basta semplicemente migliorare le condizioni quadro o rincarare le indennità. Il rinvigorimento passa anche dalla considerazione pubblica.

  • «Non sono i media a fare il messaggio»

    Secondo Peter Stücheli-Herlach, professore di comunicazione organizzativa e pubbliche relazioni presso la scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo, l’informazione e la comunicazione sono il compito chiave per le autorità.

  • «Ragazzi attenzione, il bus è in ritardo!»

    La comunicazione tra gli abitanti del quartiere di Gandria, un piccolo paese appartenente alla città di Lugano sul lago Ceresio, avviene, tra le altre cose, anche grazie a tre gruppi WhatsApp. Il primo è dedicato a tutti gli abitanti.

  • Meglio una progettazione naturale che il riordino!

    L’impiego di pesticidi su sentieri, strade e piazze è vietato da 30 anni. Eppure molti comuni non rispettano questo divieto o solo in misura parziale. Una manutenzione rispettosa dell’ambiente è meno dispendiosa di quanto si creda.

  • Pubblicazione «Compatibilità tra famiglia e occupazione nel contesto dello svantaggio sociale – Analisi della situazione e campi d’azione»

    La nuova pubblicazione di a:primo intitolata «Conciliare la vita familiare e professionale nel contesto dello svantaggio sociale» mette in evidenza le sfide che le famiglie devono affrontare in termini di integrazione sociale e professionale come anche di conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa. Con questo rapporto a:primo vuole dare voce al gruppo altrimenti difficilmente raggiungibile.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen