Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Assemblea generale del 18 giugno 2015 a Berna

Dopo il risicatissimo sì alla nuova LRTV, è decollata la discussione sul servizio pubblico. Ma quest'ultimo è ben più dei soli programmi radiofonici e televisivi della SSR. L'acqua potabile batteriologicamente pura nel caffè del mattino, una rete elettrica affidabile, lo spazzino che garantisce marciapiedi puliti e sicuri: noi tutti approfittiamo ogni giorno dei servizi forniti dall'autorità pubblica, spesso senza rendercene conto. L'Associazione dei Comuni Svizzeri (ACS) chiede che anche in futuro venga assicurato in ogni angolo della Svizzera un servizio pubblico di alta qualità. Lo ha reiterato il consigliere agli Stati e presidente dell'ACS Hannes Germann all'Assemblea generale dell'ACS il 18 giugno 2015 a Berna - perché un buon servizio pubblico garantisce benessere e qualità di vita anche nelle regioni periferiche. «La politica deve sostenere e rafforzare comuni, cantoni e aziende che si assumono un mandato di servizio universale», ha sottolineato Germann. L'ACS continuerà la discussione sui servizi di base, o servizi universali, insieme a tutte le parti in causa, e s'impegnerà a far sì che portata e compiti del servizio pubblico vengano prioritariamente definiti, ogniqualvolta possibile, sulla base delle esigenze dei comuni.

«La Posta si riconosce pienamente nel mandato di servizio pubblico, senza se e senza ma», ha affermato Franz Huber, responsabile uffici postali e vendite della Posta svizzera. Essa adempie in modo qualitativamente impeccabile al suo mandato di servizio universale, così come previsto dalle direttive del Consiglio federale: lo ha confermato anche PostCom, l'autorità di sorveglianza della Posta. Huber ha anche osservato che i bisogni del cliente sono mutati: «Per questo motivo, e in accordo con le competenti autorità, stiamo lavorando a plasmare la nostra rete sulle necessità del futuro. A dispetto delle più pessimistiche previsioni, la nostre nuove offerte - come l'agenzia postale o il servizio a domicilio - hanno riscosso grosso successo presso il pubblico.»

All'assemblea generale i delegati, nel corso dei lavori statutari, hanno approvato il rapporto annuale 2014 e il rendiconto annuale 2014, così come l'operato del comitato, e hanno fissato la quota 2016 per i membri (invariata).