Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Strategia energetica 2050: più margine di manovra per i comuni

L'ACS appoggia in linea di principio gli obiettivi di fondo della Strategia energetica 2050 della Confederazione. Tuttavia, considerando le incertezze in termini di futuro fabbisogno, consumo e approvvigionamento energetico fino al 2050, respinge l'idea di fissare per legge gli obiettivi di potenziamento per la produzione di elettricità da fonti rinnovabili e gli obiettivi di consumo. Quale approccio alternativo, chiede una valutazione energetica complessiva e propone di fissare gli obiettivi minimi per l'intero gruppo di fonti energetiche rinnovabili in modo che, in base alle conoscenze attuali, tali obiettivi siano armonizzati tra di loro e possano essere adeguati ogni cinque-dieci anni al nuovo stato delle conoscenze.

Lo stesso approccio potrà essere adottato anche per gli obiettivi di consumo massimi. L'ACS chiede tra l'altro di rafforzare i comuni e le imprese di approvvigionamento energetico comunali/regionali potenziando in modo mirato un approvvigionamento energetico decentralizzato e di promuovere con misure di sostegno il rinnovamento e il potenziamento delle reti energetiche e le possibilità di stoccaggio di energia. L'ACS ha anche ricordato che a livello locale la svolta energetica è già in atto da molti anni. Nell'ottica dell'ACS, le direttive e le misure della Strategia energetica dovrebbero soprattutto mirare ad attribuire ai comuni maggiori competenze nel settore energetico e a concedere agli stessi un più ampio margine di manovra.
Un servizio dettagliato sul tema sarà pubblicato sulla rivista «Commune Suisse» del 15 aprile.