Schweizerischer Gemeindeverband
Association des Communes Suisses
Associazione dei Comuni Svizzeri
Associaziun da las Vischnancas Svizras
Insieme per comuni forti
 
 
1
2
3

Riforma delle ferrovie 2: manca una visione completa

In futuro le reti e le modalità di trasporto dovranno essere organizzate in modo più efficiente e coordinato, coinvolgendo tutti i livelli statali, in particolare anche i comuni.

È quanto chiede l’ACS nella sua risposta alla consultazione sulla riforma delle ferrovie 2. In particolare, secondo l’ACS manca per ora una visione completa della mobilità nel suo insieme, con tutte le interdipendenze e interazioni tra i diversi sistemi di trasporto. In linea di massima condivide l’obiettivo primario degli adeguamenti della riforma delle ferrovie 2 attualmente in dibattito, che mirano tutti ad accrescere l’efficienza nei trasporti pubblici (tp). Tuttavia, in mancanza di una visione globale, l’ACS respinge l’adozione del grado di copertura dei costi quale unico criterio determinante per la sostituzione di servizi ferroviari con linee di autobus. Nel traffico regionale anche i comuni dispongono di possibilità per promuovere in modo mirato i trasporti pubblici e la mobilità combinata «nell’ultimo miglio». Per questo motivo, oltre alla Confederazione e ai cantoni, è indispensabile coinvolgere maggiormente nel processo decisionale anche il livello statale più vicino alla popolazione.